Festival della Letteratura di Viaggio

 

In occasione della sua 11ma edizione, il Festival della Letteratura di Viaggio - promosso da Società Geografica Italiana, che l'anno scorso ha celebrato il 150° anniversario della sua fondazione - si articola in due parti: un PreFestival dal 12 al 19 settembre e il Festival vero e proprio dal 20 al 23 settembre.


Il Festival, nato nel 2008 da un'idea di Claudio Bocci, è dedicato al “racconto del mondo” vicino e lontano, attraverso diverse forme di narrazione del viaggio, di luoghi e culture: dalla letteratura alla fotografia, dal cinema al giornalismo, dalla geografia alla musica, dalla storia al teatro. Incontri, mostre, premi, proiezioni, letture, spettacoli, laboratori, visite guidate. Narrazioni di paesi e genti, geografie ed etnie, per una cultura della conoscenza e del rispetto. Un’idea di viaggio inteso come accostamento e attraversamento di mondi, remoti o prossimi, come scoperta e incontro, occasione di relazione, disposizione all’ascolto, esposizione all’alterità.


Tra i partecipanti, viaggiatori e narratori a diverso titolo, italiani e stranieri: romanzieri, poeti, geografi, storici, filosofi, antropologi, giornalisti, fotografi, musicisti, registi. Da William Dalrymple a Elizabeth Chatwin, da Bernardo Bertolucci a Claudio Magris, da Tahar Ben Jelloun a Reinhold Messner, da Zerocalcare a Vittorio Giardino, da Valeria Parrella ad Amos Oz, da Stefano Malatesta a Paolo Rumiz, da Melania Mazzucco a Umberto Galimberti, da Ennio Morricone a Giuseppe Tornatore, da Gabriele Salvatores a Bernardo Valli, da Predrag Matvejevic a Tony e Maureen Wheeler, da Michele Mari a Simonetta Agnello Hornby, da Gianni Berengo Gardin a Ferdinando Scianna, dal Wwf all’Unhcr.

 

 

Seguici su: